Giovanni Badellino

| Alessandro Pace | Bruno Righettoni | Cristina Tira | Federica Quaglino | Flavia Brignolo | Giovanni Badellino | Manuela Marascio | Massimiliano Scelsi | Tiziana Blasi |

Biografia
Giovanni L. Badellino nasce a Firenze nel 1972 e trascorre l’infanzia in maniera abbastanza infantile e l’adolescenza come ogni altro adolescente. Compie studi in vari settori tecnici, dall’informatica alla matematica, dall’economia all’elettronica, ma non disdegna le materie più umanistiche, come letteratura, ginnastica e ricreazione; si laurea, con la dovuta calma, in Economia e Commercio.
Pratica numerosi sport, tutti con il medesimo successo (ovvero assai scarso!), ama leggere, ballare il tango, viaggiare – soprattutto di fantasia – e il cinema, in particolare i film con belle attrici. Lavora come attore – e i suoi spettacoli hanno solcato i palchi dei più e, soprattutto, dei meno importanti teatri di Firenze, Torino e regioni limitrofe – e come scrittore. Usa definirsi “artista poliedrico dal talento complesso e multiforme”, più che altro perché non ha mai capito cosa voglia dire, nonché “genio incompreso”, soprattutto da se stesso. Nel poco tempo libero che gli rimane si diletta come commercialista, che in fin dei conti è l’attività che gli dà da mangiare. Per il teatro ha scritto “L’altro lato del letto”, “Non sparate al regista”, “Cosa serve per essere uomini?” e “La strategia dell’aquilone”. Se non lo fermate, ha intenzione di continuare a scrivere…

Formazione
Nel 2001 segue una serie di lezioni di teatro condotte da Silvio Borino, ispirate al metodo di Orazio Costa, proseguite nel 2006 con Marco Giorgetti, Direttore del Teatro della Pergola. Dal 2004 al 2007 frequenta il corso teatrale triennale condotto da Silvia Baccianti e Lavinia Rosso. Da ogni compagnia teatrale, da ogni attore e regista, da ogni spettacolo non smette mai di imparare e carpire preziosi consigli e segreti.

Spettacoli
Recita dal 1999, partecipando – con ruoli sia secondari che primari o di protagonista – alla messa in scena di numerosi testi teatrali (“La bottega di Sghio” di Giovanni Bognini, “Lo sgombero” di Emilio Sestini, “Firenze Trespiano e viceversa” di Emilio Caglieri, “Sarà mai uno spettacolo?” di Silvio Borino, “13 a tavola” di Marc Gilbert Sauvignon, “I barroccini di via dell’Ariento” di Dory Cei, “La cicogna si diverte” di André Roussin, “Cartoline emigranti” di Giovanni Guidelli, “L’importanza di essere Fedele” di Oscar Wilde, “Si è fatto tardi, fatemi un caffè presto!” di Luca Palli, “Spirito allegro” di Noel Coward, “Visita di condoglianze” di Achille Campanile, “Il violino” di Luca Palli, “Per Bacco!” ispirato a “Le Baccanti” di Euripide, “La scelta” di Luca Palli, “Thea” di Luca Palli, “Il bugiardo” di Carlo Goldoni, “Rumors” di Neil Simon, “Cluedo” de Il Piccolo Teatro Instabile, “Cosa serve per essere uomini?” di Giovanni L. Badellino, “L’altro lato del letto” di Giovanni L. Badellino, “Black Comedy” di Peter Schafferi, Cercasi Tenore di Ken Ludwig, Festa di famiglia di Alan Aykburn), con diverse compagnie teatrali di Firenze (Compagnia del Teatro Il Palco, Filodrammatica AR.PA., Compagnia del Cardigan, I Travaglianti, L’Araba Felice) e di Torino (Il Piccolo Teatro Instabile e Solopostinpiedi), ha girato un mediometraggio (“Siam Salvi” di Giovanni Ballerini), ha partecipato ad una trasmissione radiofonica (“Terzo Anello” di Peppino Ortoleva su RadioTre) e a numerose edizioni del Premio Galileo 2000 o altre manifestazioni presso il teatro della Pergola di Firenze, sotto la direzione di Marco Giorgetti, Silvio Borino e Ilaria Bucchioni. Insieme agli altri attorie de Il Piccolo Teatro Instabile ha ideato e partecipato ad una serie di serate monotematiche dedicate principalmente al cabaret, in cui non mancano però gli spunti di riflessione.

Regia

Sceneggiatura
Per il teatro ha scritto “L’altro lato del letto”, “Non sparate al regista”, “Cosa serve per essere uomini?” e “La strategia dell’aquilone”, commedie messe in scena da numerose compagnie in tutta Italia.

Curriculum vitae

Fotografie