ilpiccoloteatroinStabile

Scritto, diretto e interpretato da Ruggero Fracchia

Trama

Un uomo percorre la vita circondato da sadici imbecilli: il lavoro, la moglie, gli amici, ossia … gli altri.
Salva la sua mente con la continua ironia su sé stesso e su tutto ma qualsiasi essere ha un grado di sopportazione ben definito;
uccide, o meglio si intuisce che fa questo, prima con inevitabile orrore (o stupore?) poi pervaso da una strana febbre non riesce più a fermarsi spazzando via tutto ciò che “CREDE DI ESSERE”.
In questa fase incontra un gruppo di personaggi anche loro obbligati ad uccidere la stupidità del mondo fatta carne.; i loro banchetti e le loro portate sono sempre particolarmente gustosi.
Il suo rapporto con loro è l’occasione per interrogarsi con feroce comicità sulla morte e sui pensieri, sul quel che è giusto e su quello che è necessario.
Il fine ultimo della commedia è interrogarsi sulla possibilità di MENTE
Il finale non è sicuramente scontato e riserva un’ultima grande abbuffata.